Category Archive Cani e Gatti

Antiparassitari naturali per cani

Un antiparassitario è una sostanza che respinge o uccide un parassita.

Gli antiparassitari per cani
I cani possono essere preda di parassiti più o meno pericolosi. Ci sono prodotti con diverse formulazioni, dai collari alle gocce, passando per shampoo, spray, polveri e ultrasuoni. I principi attivi possono essere di sintesi o estratti naturali, a seconda dei prodotti. Lo scopo comune a tutti gli antiparassitari naturali è la protezione degli animali da pulci, zecche e zanzare. I collari antiparassitari si applicano al cane come un normale collare, rilasciano lentamente sostanze chimiche velenose per i parassiti (va comunque evitata l’ingestione da parte del cane).

Le gocce sono commercializzate in pipette dosatrici che ne facilitano l’aspersione sull’animale e fanno parte della categoria degli
antiparassitari naturali.

Gli shampoo sono disponibili in formulati con cui cospargere il pelo umido dell’animale, da sciacquare dopo un’abbondante frizione oppure sotto forma di spray da nebulizzare sul manto del cane.

Gli spray devono essere distribuiti sul mantello del cane con l’apposito diffusore, così come le polveri, antiparassitari naturali.

Per quanto riguarda gli apparecchi elettronici ad ultrasuoni, questi possono essere agganciati al collare del cane o fissati presso i luoghi in cui il cane riposa. L’emissione di ultrasuoni risulta fastidiosa per pulci e zecche che vengono allontanate e mantenute a distanza nel tempo.

Gli antiparassitari natuali per cani rappresentano un normale aspetto nella gestione degli animali. Contribuiscono al mantenimento del loro benessere. La loro disponibilità in diverse tipologie ha lo scopo di rendere facile un’operazione che in realtà è un diritto del cane. Ma anche un dovere morale per il proprietario.

Come proteggere i cani dal freddo

Così come noi umani, anche i nostri amici a quattro zampe soffrono il freddo. I cani più a rischio sono quelli anziani, a pelo raso e i cuccioli nati da poco tempo; le basse temperature possono creare molto disagio nei cani che addirittura arrivano a manifestare tremori. E’ per questo che è importante proteggere i cani dal freddo, sia se essi vivono in casa ma a maggior ragione se il cane vive in giardino.

E’ buona norma aggiungere una coperta alla cuccetta e per i cani che vivono in giardino, bisognerà apportare delle modifiche alla cuccia per tenerla ben isolata dal freddo. L’aggiunta di una porta data da un telo di plastica posto a sipario potrebbe essere una buona idea. I cani che manifestano disagio con tremori devono essere coperti con un cappottino. Vestire un cane non significa dover acquistare capi di alta moda, anche con pochi euro si può far stare al caldo il nostro amico a quattro zampe. Una coperta adattata può andare bene, l’importante è fornire al cane una protezione adeguata.

Per i cani che dormono all’aperto, ricordate di cambiare spesso le coperte aggiunte per il periodo invernale: i cani entrano nella cuccia sporchi e talvolta anche bagnati, così quella che dovrebbe essere una coperta per tenerli al caldo potrebbe trasformarsi in un covo di umidità e acqua.

Altre premure da prestare al cane nei periodi invernali:

  • controllate la ciotola dell’acqua per assicurarvi che non sia ghiacciata;
  • fornite al cane due pasti al giorno molto abbondanti;
  • i cani anziani e i più piccoli vanno alimentati tre volte al giorno.

Come affrontare intolleranze ed allergie nel gatto: ecco la guida

Un problema diffuso

Anche nei gatti, così come in noi umani, le allergie e le intolleranze stanno diventando sempre più diffuse. Il rifiuto ostinato di un particolare tipo di alimento o disturbi cutanei e gastrointestinali possono essere una spia d’allarme e, di conseguenza, è meglio prendere tempestivi provvedimenti. Vediamo, quindi, come affrontare intolleranze ed allergie nel gatto, in modo da garantire la salute del nostro amico. La prima mossa, comunque, è quella di evitare il fai da te. Una visita dal veterinario è d’obbligo, così da poter escludere la presenza di patologie diverse rispetto a quella ipotizzata.

Gli alimenti corretti

Per poter individuare l’alimento incriminato occorre procedere con la classica dieta a eliminazione che prevede la somministrazione per un paio di mesi, di cibi ipoallergenici. In commercio, se ne trovano sia di tipo secco sia di tipo umido, in modo da poter offrire al gatto pasti di consistenza diversa. Inutile dire che, durante questo periodo, è indispensabile resistere alla tentazione di regalare al micio qualche bocconcino fuori programma e occorre evitare in ogni modo possibili “furti”. Se al termine di questo periodo sperimentale la situazione migliora, la soluzione è a portata di mano: proseguire con la dieta ipoallergenica.

Come affrontare intolleranze ed allergie nel gatto: la cura del manto

Può darsi che l’allergia, specialmente se si manifesta attraverso patologie cutanee, sia dovuta al contatto con alcune sostanze o con piante. Il gatto, sfregandosi contro un mobile o contro una pianta potrebbe, per esempio, venire in contatto con residui di detersivi, con antiparassitari o con sostanze vegetali allergizzanti. In questo caso meglio optare per detersivi dichiaratamente antiallergici e per lo spostamento delle piante incriminate. Per curare la cute del micio e ridurre infiammazione e prurito è consigliabile ricorrere a lozioni specifiche per la pulizia e la disinfezione del manto.

Come affrontare intolleranze ed allergie nel cane: le mosse giuste

Una visita dal veterinario

Se, improvvisamente, il vostro cane inizia a rifiutare il solito cibo o a manifestare disturbi gastrointestinali dopo averlo ingerito, è lecito ipotizzare che alla base di tutto questo vi siano problemi di allergia o di intolleranza. La medesima supposizione può essere fatta in presenza di disagi cutanei che, non di rado, portano l’animale a grattarsi furiosamente e a provocarsi ulcerazioni anche a rischio di infezione. Dunque, come affrontare allergie e intolleranze nel cane? Sicuramente, prima di tutto, prendendo un appuntamento presso il vostro veterinario di fiducia. Una visita accurata e qualche esame di routine sono necessari per poter diagnosticare con sicurezza l’origine dei disturbi.

Come affrontare intolleranze ed allergie nel cane: attenzione alla dieta

Fatto questo primo passo, specialmente se il cane va soggetto a vomito e diarrea, sarà necessario eliminare dalla dieta del vostro amico non solo leccornie varie e spuntini ma, anche, preparazioni di pappe casalinghe. Preferibile, invece, affidarsi almeno per un paio di mesi agli alimenti già pronti in commercio e specifici per cani sofferenti di allergie. Appetibili e ben equilibrati nei nutrienti, assicurano al cane soddisfazione e benessere. Se, al termine del periodo stabilito la sintomatologia gastrointestinale è sparita sapete come affrontare allergie e intolleranze nel cane. Sarà infatti sufficiente proseguire a tempo indeterminato con questa dieta.

Allergie cutanee

Quando il problema si manifesta a livello cutaneo come affrontare intolleranze ed allergie nel cane? Provate, in questo caso, a eliminare immediatamente shampoo, lozioni e antiparassitari utilizzati per l’igiene del cane. Meglio, quindi, orientarsi su prodotti specifici e poco aggressivi. Ottime, per esempio, le salviettine all’aloe o all’olio di argan che possiedono anche elevate proprietà antinfiammatorie. Per evitare che, in attesa della guarigione della cute, il cane si gratti o si mordicchi per contrastare il prurito, può essere consigliato l’uso del collare elisabettiano.

Prodotti addestramento cani: guida alla scelta

L’importanza di addestrare il proprio cane

Per quanto il nostro cucciolo ci possa amare e per quanto noi possiamo amarlo, dobbiamo tener presente che un cane, se non opportunamente addestrato, non riuscirà a capire né ad obbedire ai nostri comandi. Per questa ragione è fondamentale insegnargli fin da cucciolo a recepire e mettere in atto i nostri ordini. In commercio esistono una serie di accessori che consentono di rendere l’impresa più agevole. Tra i prodotti addestramento cani quelli più noti e diffusi ci sono la pettorina, il riportello per cani e il bastone.

Prodotti addestramento cani: la pettorina

La pettorina per il cane è una valida sostituta del collare e consente di mandare al cane segnali calmanti. Durante una passeggiata i nostri amici a quattro zampe possono avere l’impulso di correre, tirare, seguire una traccia. Per conferire al cane il giusto portamento quando lo portiamo a spasso usiamo allora una pettorina, preferibilmente svedese, che consente di tenerlo sotto controllo senza fargli alcun male. Si sconsiglia, invece, l’utilizzo della pettorina a X che può causare alcuni danni fisici al cane, dal momento che provoca una costrizione della schiena. Il cane, infatti, strattonando o tirando troppo forte potrebbe ferirsi.

Riportello per cani e bastone

Altri accessori che consentono di educare e addestrare il cane, ma che allo stesso tempo lo fanno divertire, sono il riportello per cani e il bastone. Entrambi questi accessori sono, infatti, utilizzati nei giochi “tira e molla”. Uno dei migliori riportelli è quello con manico, preferibilmente realizzato in iuta e anche resistente. Uno dei grandi classici dell’addestramento cinofilo, invece, è il bastone. Per insegnare al cane a riportarlo è possibile, le prime volte, avvicinargli del cibo. Esistono inoltre particolari bastoni a forma di osso che contengono un premio che deve essere dato al cane qualora lo riporti.

Come accogliere in casa un gatto? Non è difficile

Come accogliere in casa un gatto: le scelte giuste

Se non avete idea di come accogliere in casa un gatto abbandonate ogni preoccupazioni. Poche scelte giuste saranno sufficienti per una coabitazione felice e senza problemi. Meglio iniziare dalla cassettina igienica. Se ne trovano di aperte e di chiuse ma, queste ultime, evitano la fuoriuscita dei sassolini della lettiera. Questa, a sua volta, è disponibile in infinite varietà sia di materiale sia di profumazioni. Le tipologie basic devono essere pulite giornalmente mentre, quelle realizzate con composti di nuova generazione, sono anti-odore e permettono di allungare i tempi fra una pulizia e l’altra. La cassettina deve essere posizionata in un luogo tranquillo e distante dalle ciotole del cibo e dell’acqua. Anche voi, del resto, non mangereste volentieri in bagno!

Dormire e mangiare

Il gatto, solitamente, sceglie da solo il luogo del riposo ma, facendogli trovare a disposizione una cuccia morbida e calda posizionata in un angolo della casa lontano dal rumore ve ne sarà sicuramente grato. Tuttavia, dato il carattere indipendente dei felini, se deciderà di cambiare “location” per il riposino non prendetela come un affronto personale. Per il momento della pappa, invece, il micio dovrà possedere una ciotola con dell’acqua sempre fresca, un piattino destinato al consumo del cibo umido e una scodellina per quello secco.

La toilette

I gatti hanno l’abitudine di leccarsi per pulirsi il mantello ma, specialmente le razze a pelo lungo, possono risentire di questa abitudine e andare soggette alla pericolosa formazione di boli di pelo all’interno dell’intestino. Per scongiurare questo problema iniziate, fin dal primo giorno d’arrivo del micio in casa, a spazzolarlo con un cardatore o con un pettine a denti stretti. Meglio ancora sarebbe munirsi di spazzole apposite provviste di setole morbide da un lato e  di setole metalliche dall’altro.

Tutti gli accessori per toelettatura e igiene cani

Igiene e pulizia

L’igiene del cane è una cosa importante che a volte può creare qualche fastidio per il proprietario, soprattutto per quello alle prime armi e, alle prese con un cucciolo. In tutti questi casi è importante poter contare su una serie di accessori specifici per la toelettatura che facilitano di gran lunga tutte le attività collegate alla pulizia del cane. Si parte dai sacchetti igienici, presenti anche in versione profumata, comodi, resistenti e in vari colori e profumazioni alle salviette detergenti e rinfrescanti con aromi e ingredienti naturali. Per i cuccioli si propongono tappetini igienici  pratici e monouso e mini assorbenti igienici in cellulosa; presenti anche le comode mutandine elasticizzate e assorbenti. Oltre ai contenitori porta sacchetti in varie forme, colori e varianti con borsina e torcia, ci sono le pinze igieniche.  

Accessori di grande importanza

Tutti gli accessori per toelettatura e igiene cani sono indispensabili: guanti e detergenti non irritanti che garantiscono la rimozione di germi e sporco al 100% ma anche prodotti e gel specifici per la pulizia delle zampe e spray disabituanti per allontanare altri cani dalle vostre porte e dai vostri giardini o marciapiedi.

I vantaggi per il cane e il suo padrone

Tutti gli accessori per toelettatura e igiene cani sono accessibili e convenienti. Essi eliminano tutte le fastidiose situazioni che possono crearsi, a volte, quando si sceglie di vivere con un cane a casa e assaporare esclusivamente la piacevole convivenza con lui. Avere accanto il più fedele amico dell’uomo in più pulito e profumato è un vantaggio che non ha prezzo. Potrai finalmente e in ogni momento abbracciare e coccolare il tuo amico animale amorevolmente e magari farlo accomodare anche accanto a te sul tuo letto e sulla poltrona, sicuro della cura della sua igiene.

Quali rimedi per i boli di pelo nel gatto?

Scongiurare pericolose patologie

A volte il gatto inizia a contrarre l’addome e a produrre una sorta di tosse stizzosa per poi espellere dalla bocca matasse di forma affusolata e di colore grigiastro. L’accaduto non lascia spazio a dubbi: il micio si è liberato da un accumulo di pelo che aveva formato un bolo all’interno dello stomaco. L’evento non è raro e rientra nella fisiologia felina, ma è comunque necessario evitare che si formino boli di grosse dimensioni, che il gatto non riesce ad espellere, rischiando di andare incontro a pericolose patologie dell’apparato digerente. Per evitare che venga superata la soglia critica si può far ricorso a una serie di buone abitudini igieniche e di rimedi specifici per boli di pelo nel gatto che lo preserveranno da questo problema.

Spazzole, pettini e cardatori

La cura del mantello, per esempio, è essenziale e rientra fra i principali rimedi per questo genere evento. Il micio, infatti, si lecca anche per rimuovere il pelo già staccato che gli causa fastidio e prurito e, nel corso di questa operazione, può arrivare a ingerirne grossi quantitativi. Spazzolandolo quotidianamente si ovvia a questo disagio, quindi è bene munirsi di apposite spazzole dotate sia di setole morbide sia di setole metalliche. Un pettine e un cardatore, oltre a rimuovere il pelo, tengono sotto controllo anche eventuali parassiti.

L’efficacia dell’erba gatta

Per evitare il formarsi di accumuli di pelo di grosse dimensioni è buona norma lasciare sempre a disposizione del micio dell’erba gatta. La si trova facilmente già pronta per essere consumata o da seminare nelle apposite vaschette. Nel momento in cui il gatto sente di avere lo stomaco ostruito dal pelo mangia l’erba gatta, in modo da stimolare il vomito e liberarsi dal fastidio. La maggior parte dei mici è attirato da questa erba e gode degli effetti positivi legati al suo consumo. Non sono presenti effetti collaterali.

Cibo umido per gatti: il giusto apporto nutrizionale

Cibo umido per gatti: il panorama è vario

L’offerta di cibo umido per gatti si articola all’interno di un ampio ventaglio di scelta: a base di carne, di pesce, di pollo con verdure o di agnello, il cibo umido propone varianti di gusto e di consistenza, passando dai bocconcini e dai paté per arrivare alle mousse e ai filetti. Spesso è il gatto stesso che, prediligendo una consistenza piuttosto che un’altra, orienta il suo proprietario sulla giusta scelta. Sarebbe comunque bene abituare fin da piccolo il gatto ai cambi di compattezza, in modo da assicurargli una buona funzionalità masticatoria. Tutti gli alimenti umidi possiedono elevate caratteristiche di appetibilità ma, essendo più deperibili rispetto a quelli secchi, una volta aperta la confezione devono essere conservati in frigorifero.

Scegliere a seconda delle esigenze del gatto

Una buona alimentazione garantisce, non solo agli umani ma anche ai gatti, longevità e buona salute. A seconda dell’età del micio ci si può orientare su cibo umido per gatti adulti e anziani o su quello specifico per i cuccioli. Le diverse tipologie tengono conto anche dei livelli di attività del gatto e di eventuali patologie proponendo, volta per volta, alimenti contenenti nutrienti corretti e ottimamente bilanciati. Sotto il profilo nutrizionale garantiscono dunque un’alimentazione più equilibrata rispetto a quella casalinga. Per quanto riguarda le dosi giornaliere, le giuste indicazioni sono sempre riportate sulla confezione del prodotto.

Ottimo apporto idrico

Rispetto ai cibi secchi, gli alimenti umidi per gatti hanno quantitativi ridotti di amidi e un eccellente apporto di grassi. La densità calorica è decisamente migliore e il gusto più stimolante e soddisfacente. Inoltre, dal momento che i gatti tendono a bere poco, il cibo umido assicura loro un corretto apporto idrico, indispensabile soprattutto per i mici sterilizzati e per quelli con qualche problema renale.

Trasportini per cani di ogni taglia

Trasportini per cani: sicuri e confortevoli

Quando si affrontano viaggi in auto in compagnia del proprio cane è opportuno farlo in completa sicurezza, assicurando al nostro amico a 4 zampe protezione e comodità. Per ottenere questi risultati è sufficiente utilizzare un trasportino per cani. In commercio se ne trovano di diverse misure e realizzati con fogge e materiali diversi. Decisamente pratici, specialmente per i cani di piccola taglia, sono i trasportini in plastica che, pur essendo estremamente leggeri e agevoli per lo spostamento, offrono ottime garanzie di robustezza. Diversi modelli sono dotati anche di maniglie ergonomiche che li rendono ancora più comodi durante il trasferimento. L’aereazione è garantita da ampie aperture laterali mentre la possibilità di rimuovere il cancelletto di ingresso consente, all’occorrenza, di trasformare il trasportino in una accogliente cuccia.

Per cani di media e grossa taglia

Per viaggiare, anche in aereo o in nave, insieme a cani di media o grossa taglia è bene scegliere un trasportino particolarmente confortevole, in grado di garantire al vostro cane condizioni ottimali durante l’intero percorso. Naturalmente occorre scegliere fra modelli che rispondano agli standard richiesti dalle compagnie di viaggio ed è preferibile orientarsi su trasportini dotati di ganci di sicurezza, vano porta oggetti e maniglia ergonomica. Le ruote girevoli garantiscono ulteriore libertà di movimento. Diversi modelli, facilmente smontabili e rimontabili, una volta smontati dimezzano l’ingombro.

Coccole anche in viaggio

Il massimo della praticità è assicurato dai trasportini per cani dotati di un innovativo sistema di assemblaggio, con pratici ganci laterali a scorrimento. Modelli con apertura sia frontale sia superiore danno modo di coccolare e di rassicurare il cane durante il tragitto. La presenza della tracolla aumenta ulteriormente la fruibilità del trasportino. Naturalmente la buona funzionalità va di pari passo anche con design eleganti nelle linee e nei colori.

1 2 3

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito ci assicuriamo che tu ne sia felice. Ok